Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

Dale Buist sapeva che gestire una serra commerciale avrebbe rappresentato delle sfide. Semplicemente non si sarebbe mai aspettato che una carenza d’acqua fosse tra loro. Non nel Michigan, con le sue vaste ricchezze acquatiche.

Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

Eppure un paio di pozzi di irrigazione hanno prodotto solo un rivolo. E uno si prosciugò rapidamente.

Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

Ha installato attrezzature per catturare l’acqua piovana per le piante. Poi un pozzo di acqua potabile è fallito. Infine, Buist ha speso $ 350.000 per collegarsi a un gasdotto che rifornisce la vicina Grand Rapids.

Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

“La mia serra si trova a 12 miglia dal lago Michigan, una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”, ha detto il coltivatore della contea di Ottawa. “E non ne avevo abbastanza.”

Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

La sua lotta, risultante da una stranezza geologica e da una forte domanda da parte di agricoltori, costruttori e proprietari di case in una sezione in aumento del sud-ovest del Michigan, è un ammonimento per uno stato che conta sulla sua reputazione di paradiso acquatico come vantaggio economico competitivo mentre il cambiamento climatico affligge regioni più calde e secche.

Alcuni futuristi descrivono il Michigan e i Grandi Laghi come “paradisi climatici” che attireranno le persone e le imprese stanche del peggioramento della siccità, degli incendi, degli uragani e di altri disastri. Non così in fretta, dicono gli scettici. Tra immagini di abbondanza si nascondono problemi di inquinamento, uso eccessivo e deterioramento delle infrastrutture.

Gli estranei “vedono questi cinque enormi laghi e presumono che ci sia acqua più che sufficiente per tutti”, ha affermato David Dempsey, analista ambientale per agenzie governative e gruppi di attivisti. “Ma abbiamo tonnellate di problemi irrisolti”.

Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

Blues dell’economia blu

Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

La regione dei Grandi Laghi si sta sforzando di liberarsi della sua logora immagine della Rust Belt sviluppando una “economia blu” che sfrutta la sua abbondante acqua dolce. Intorno ai laghi, molte città stanno promuovendo il turismo e le tecnologie basate sull’acqua, convertendo i lungofiume urbani da zone desolate industriali a parchi e condomini.

Il Michigan ha “una delle più grandi fonti di acqua dolce del mondo”. Ma potrebbe non essere sufficiente 2021

La strategia sembrerebbe particolarmente adatta al Michigan. Circondato da tre lati da quattro dei Grandi Laghi, vanta anche 11.000 laghi interni e 76.000 miglia di fiumi e torrenti.

“Siamo uno stato geograficamente e culturalmente definito dalla nostra acqua”, il governatore. Gretchen Whitmer ha detto in una conferenza l’anno scorso.

Ma l’acqua pulita e conveniente non è disponibile come sembra.

L’inquinamento da piombo ha reso le città di Flint e Benton Harbor simboli di abbandono che danneggia in modo sproporzionato le comunità povere, in gran parte minoritarie. Secondo un recente studio dell’Università del Michigan, le bollette dell’acqua stanno aumentando vertiginosamente in alcune aree a causa del deterioramento delle infrastrutture.

Le sostanze chimiche tossiche note come PFAS, o sostanze per- e polifluoroalchiliche, contaminano i pozzi in tutto lo stato. I rifiuti industriali, il deflusso delle fattorie e le acque reflue provocano alghe fiorite e occasionali avvertimenti in merito al nuoto nei laghi o al consumo eccessivo dei loro pesci.

E mentre il Michigan non condivide la crescente crisi con serbatoi e falde acquifere esaurite che perseguita l’Occidente, la situazione potrebbe cambiare, almeno nelle aree ad alta domanda.

Il motivo: nonostante tutta quell’acqua superficiale, quasi la metà dei residenti del Michigan si rifornisce dal sottosuolo. Lo stato ha l’attuale casa Wells negli Stati Uniti

Collettivamente, si ritiene che la regione dei Grandi Laghi abbia abbastanza acque sotterranee per riempire un altro Lago Huron. Ma non è distribuito o accessibile in modo uniforme.

“Questa risorsa è vasta ma è limitata e il pubblico non ne è a conoscenza”, ha affermato David Lusch, professore emerito di geografia presso la Michigan State University. “Siamo tutti cresciuti con questo pregiudizio che siamo il Paese delle Meraviglie dell’acqua e come potremmo averne una carenza?”

I ghiacciai che hanno perlustrato il paesaggio prima di sciogliersi per formare i Grandi Laghi hanno lasciato un miscuglio di formazioni rocciose nel sottosuolo, alcune delle quali contengono più acqua di altre, ha affermato John Yellich, direttore del Michigan Geological Survey. Laddove i terreni sono ricchi di sabbia e ghiaia, la pioggia trasuda in profondità nel sottosuolo, sostituendo l’acqua aspirata per l’irrigazione, l’industria o per usi domestici.

Ma in alcuni punti, l’argilla spessa impedisce alle acque superficiali di ricostituire le falde acquifere. Il pompaggio pesante può mandare livelli pericolosamente bassi e creare resti salati di oceani che coprivano il continente eoni fa.

Il Michigan è alla base di una mappatura dettagliata delle sue acque sotterranee, quindi l’entità della sua vulnerabilità è sconosciuta, ha affermato Yellich.

“Per alcune parti dello stato è una cazzata”, ha detto.

In almeno un punto, il pericolo è evidente.

Così vicino eppure così lontano

Ottawa è la contea in più rapida crescita nel Michigan e Allendale Township è la sua Boomtown, una comunità di camere da letto di Grand Rapids che ospita la Grand Valley State University. La via principale è fiancheggiata da catene di ristoranti e negozi. Il Grand River, il più lungo in tutto lo stato, si snoda verso il lago Michigan oltre Blueberry Farms e campi di grano mescolati con suddivisioni più recenti.

Mentre Buist combatteva contro la serra Wells, i funzionari locali si destreggiavano tra i rapporti sull’acqua di irrigazione salata degli agricoltori e le forniture irregolari negli insediamenti residenziali. Gli studi hanno rilevato che la falda acquifera argillosa sottostante era precipitata di 40 piedi dagli anni ’90, ha affermato Paul Sachs, direttore dell’impatto strategico della contea.

È un punto dolente per Chip Rybicki, un insegnante di quinta elementare la cui famiglia è stata la prima a occupare un nuovo cul-de-sac nella vicina Blendon Township cinque anni fa.

“Nessuno ha detto: ‘Ehi, ti rendi conto che c’è una mancanza di acque sotterranee e sei su un pozzo?'” Si è lamentato.

Mentre il suo irrigatore per prato funzionava in un giorno d’estate nel 2019, “Ho sentito questo sputare e farfugliare … come quando scendi sul fondo di un bicchiere con una cannuccia”, ha detto. “Stavamo finendo l’acqua”.

Ha ridotto l’aspersione – “Preferirei un pugno nell’occhio che senza acqua” – ma molti altri no.

“La gente dice: ‘Ehi, non sto annaffiando così tanto’, ma si sommano a migliaia di case ed è molto”, ha affermato Kelly Rice, presidente della commissione dei parchi di Ottawa.

Ha sconfitto diverse citazioni per presunte violazioni delle “erbacce nocive” rurali e delle ordinanze sulla visione stradale dopo aver sostituito l’erba erbosa che rimpinza d’acqua con arbusti autoctoni sui suoi 5 acri.

Un piano di contea Avvertimenti di terribili conseguenze a meno che le cose non cambino: pozzi asciutti; fallimenti delle colture; problemi di salute dovuti all’acqua potabile con eccesso di sodio.

Un comitato consultivo sta valutando politiche come la limitazione delle suddivisioni ben dipendenti, che potrebbero incontrare resistenza nella contea pesantemente repubblicana dove Donald Trump ha ricevuto il 60% di sostegno nel 2020.

Ma un’ordinanza Allendale richiede già che i nuovi progetti residenziali si colleghino all’acqua della città. I residenti “lo apprezzeranno quando apriranno il rubinetto”, ha detto il supervisore della township Adam Elenbaas.

Solo l’inizio?

Alcune altre parti del Michigan hanno una geologia come la contea di Ottawa e “il potenziale esiste per problemi simili”, ha affermato Jim Milne, un supervisore idrico del Dipartimento statale dell’ambiente, dei grandi laghi e dell’energia.

La domanda è in aumento, in particolare dove le fattorie stanno intensificando l’irrigazione.

“Le acque sotterranee sono una risorsa naturale in pericolo”, hanno affermato accademici e autorità di regolamentazione del Michigan in un rapporto di ottobre sostenendo una maggiore protezione dall’uso eccessivo e dall’inquinamento.

Le comunità dell’entroterra che sono a corto non possono contare su un salvataggio dai Grandi Laghi. Forniscono quasi 300 sistemi idrici pubblici dello stato, ma principalmente nelle zone costiere. I progetti di condotte sono molto costosi e devono soddisfare rigorosi standard ambientali.

Invece, gli esperti raccomandano di persuadere le persone a prendere sul serio la conservazione.

“La commercializzazione dell’economia blu è una buona idea”, ha affermato Alan Steinman, professore di qualità dell’acqua della Grand Valley State. “Ma non vogliamo seguire la strada dei baroni del legname che hanno detto di aver visto un secolo di legname nel Michigan e di averlo spazzato via in 10 anni”.

.

http://www.oulfa.fr

Lascia un commento