QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021

QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021

QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021

QUEBEC – Québec Solidaire (QS) preoccupato per il preoccupante aumento dei casi di Covid-19, chiede un incontro di tutti i partiti di opposizione con il ministro della Salute Christian Dubé.

QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021





© Modificato da The Canadian Press

QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021


QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021

Venerdì, Canadian Press ha ricevuto una lettera da Vincent Marissal, portavoce della salute di QS, al ministro. Il deputato QS è addirittura pronto a partecipare all’intervento congiunto dei rappresentanti di tutte le parti, per trasmettere se necessario un messaggio forte.

Stanno arrivando grandi festeggiamenti, ma non possiamo fingere che la “colpa” – il virus – se ne andrà, ha affermato, perché ha “un eccezionale potere di danno e mutazione”, ha affermato.

QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021

“Non volendo essere allarmante, sono rimasto stupito per diversi giorni dalla contraddizione tra un discorso ambientale e un discorso del governo che va tutto bene, i soldi si nuotano, si riportano nei paesi nordici, poi d’altra parte si vede un onda proveniente dall’Europa”.

Convoca una riunione d’emergenza con il ministro e gli esperti di sanità pubblica, come nelle precedenti ondate, per avere risposte sulla modellizzazione della crescita dei casi in vista della nuova versione di Omicron.

QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021

Ha anche chiesto chiarimenti sulla somministrazione della terza dose. Perché è davvero preoccupato per il ritmo della vaccinazione degli over 70 che hanno diritto alla terza dose.

Video: Cronaca del disastro evitato a Natashquan (Le Devoir)

Cronaca del disastro evitato a Natashquan

  • Quando un'emergenza si prende cura di séQuando un’emergenza si prende cura di sé
    Al pronto soccorso dell’ospedale di Baie-Saint-Paul, ci siamo avvicinati al disastro all’inizio dell’estate, quando la sera e la notte è stata annunciata la chiusura. Cinque mesi dopo, gli infermieri della zona sono riusciti a tenere aperto il pronto soccorso… occupandosi dei loro orari. E continua. Autogoverno, una soluzione alla carenza di infermieri?

    Logo Le Devoir: Le Devoir smallFaviconObbligo

  • QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021

    La compagnia petrolifera vince la causa contro il board di LegaultLa compagnia petrolifera vince la causa contro il board di Legault
    La compagnia petrolifera vince la causa contro il governo di Legault Sebbene il governo di Legault prometta di porre fine all’esplorazione di petrolio e gas in Quebec, un tribunale del Quebec ha appena condannato una società che ha negato a Gaspésie la negazione di un permesso di trivellazione petrolifera. Gaspé Énergies aveva intentato una causa per contestare la decisione del Quebec di negargli un permesso di perforazione nel 2020 per un progetto a ovest di Gaspé. La controllata Utica Resources ha ritenuto che il suo programma di esplorazione petrolifera non rappresentasse un rischio per la protezione delle acque in quest’area. Il tribunale del Quebec ha appena vinto in parte il processo Gaspé Énergies ordinando al ministro di riesaminare il caso. La corte ha anche ritenuto che le ragioni della decisione del ministro fossero inadeguate. Ironia della sorte, anche il governo è partner di questo progetto, in cui ha già investito almeno 10 milioni di dollari in fondi pubblici. Sebbene il consiglio di Legault abbia cercato di separarsi dalla partecipazione avviata da Couillard, non ha potuto farlo a causa della mancanza di interesse degli investitori. Il Quebec aveva annunciato l’intenzione di porre fine ai progetti di petrolio e gas. La provincia dovrebbe quindi gestire diverse richieste di risarcimento da parte di società che hanno ancora un permesso di esplorazione. Questo vale per Utica Resources, che attualmente controlla 4.400 km2 a St. Lawrence Lowlands e Gaspé. Nella sua risposta scritta a Le Devoir il mese scorso, il suo presidente, Mario Lévesque, ha annunciato che la proprietà valeva “diversi miliardi di dollari”.

    Logo Le Devoir: Le Devoir smallFaviconObbligo

  • Come funzionano i vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna?Come funzionano i vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna?
    Come funzionano i vaccini Pfizer-BioNTech e Moderna? Ai canadesi sono stati somministrati due vaccini mRNA, uno da Pfizer-BioNTech e uno da Moderna, dall’inizio della campagna di vaccinazione del paese. Concentrati su questa nuova tecnologia. La dose è costituita da frammenti di RNA messaggero, una molecola che contiene le istruzioni per l’assemblaggio delle proteine. Questi frammenti vengono inseriti in una tasca lipidica, permettendo loro di scivolare nelle cellule del corpo. All’interno delle cellule, l’RNA messaggero dirige i ribosomi, macchine molecolari che costruiscono proteine ​​in modo che esse stesse producano i famosi “piccoli picchi” che ricoprono la superficie del virus SARS-CoV-2. Questi componenti (appuntiti) del coronavirus sono di per sé innocui e non possono scatenare l’infezione. Tuttavia, possono agire come “antigeni”, cioè sostanze che innescano una risposta immunitaria. Il corpo acquisisce quindi anticorpi che possono aiutarlo a combattere una possibile infezione da coronavirus. Allena anche un altro gruppo del sistema immunitario, i linfociti T, che possono anche proteggere dalle malattie.

    Logo Le Devoir: Le Devoir smallFaviconObbligo

PROSSIMO VIDEO

QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021

PROSSIMO VIDEO

QS invita tutte le parti a un incontro con Dubé 2021

Marissal ha anche avvertito i colleghi di altri partiti di opposizione del suo approccio.

“Nonostante le nostre discussioni politiche, stiamo lavorando insieme anche lì”, ha supplicato. È davvero un messaggio di apertura, ma è anche un messaggio di responsabilità”.

Ma perché è importante incontrare il ministro della Salute quando lui e il suo governo hanno l’ultima parola e prendono decisioni come ultima risorsa?

“Siamo anche attori positivi, intermediari chiave per la popolazione”, ha spiegato, aggiungendo che gli uffici elettorali e il personale dei funzionari eletti nei collegi elettorali sono sensori che raccolgono informazioni e domande dalla comunità.

Secondo Marissal, questo incontro di emergenza è “necessario” per garantire “una migliore trasparenza” nella gestione della pandemia.

Il Quebec ha registrato 1.037 nuovi casi di COVID-19 venerdì e la tendenza è in aumento da diverse settimane. Le epidemie si stanno verificando anche in Europa.

A lungo termine, il membro QS vede anche questo possibile incontro come un’opportunità per valutare lo sviluppo di questa pandemia con esperti di salute pubblica.

“Sembra che vogliamo passare a ciò che altri paesi chiamano” convivere con il coronavirus “e probabilmente non abbiamo la possibilità di affrontarlo ma “convivere con” quando ci sono ancora così tanti casi e ricoveri? Penso che sia un buon momento per fare un bilancio prima di Natale”.

Patrice Bergeron, The Canadian Press

http://www.eliterencontre.fr

Lascia un commento